Colpo su colpo. A Solto Collina archiviata la… guerra fredda, ormai è guerra aperta. Da una parte il sindaco Maurizio Esti e il vicesindaco Tino Consoli e dall’altra la minoranza guidata dall’ex sindaco Ivan Gatti. E ora a surriscaldare ulteriormente gli

54

 

Colpo su colpo. A Solto Collina archiviata la… guerra fredda, ormai è guerra aperta. Da una parte il sindaco Maurizio Esti e il vicesindaco Tino Consoli e dall’altra la minoranza guidata dall’ex sindaco Ivan Gatti. E ora a surriscaldare ulteriormente gli animi alla vigilia del processo al sindaco (aprile), arriva questo documento che gli abitanti di Solto riceveranno nelle case nei prossimi giorni. Eccolo in anteprima.

Il documento

Premesso che l’unica MINORANZA a Solto Collina è quella di Viva Solto, perché l’altro rappresentante di minoranza Spelgatti Pierantonio non ha mai speso una parola in tre anni, mortificando i componenti della sua lista a vantaggio di qualche altro ”sostenitore esterno”, NOI facciamo qualche semplice considerazione sui fatti recentemente accaduti:

RISPETTO PER I CITTADINI: a Solto Collina i cittadini non contano, non serve che partecipino alla vita amministrativa del paese, tant’è che i Consigli Comunali vengono convocati al mattino alle 11 o nel pomeriggio alle 16, con la conseguenza che non ci va nessuno. Partecipazione NULLA.

ATTENZIONE AI BISOGNI: L’attività Amministrativa è imbarazzante, vi è assoluto disinteresse verso i bisogni dei cittadini, si vive di sola immagine:

  1. Negano il trasporto scolastico ai bambini che vanno a scuola a Endine, impedendo loro di utilizzare lo Scuolabus di Fonteno che passa per Solto (insieme troveremo una soluzione a breve);

  2. Mandano i bambini della scuola materna a Riva di Solto, estraendoli a sorte, perché non hanno realizzato le aule e non hanno la capacità di farsi assegnare un’altra classe dalla direzione scolastica…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 29 GENNAIO

pubblicità