CLUSONE – LETTERA – TUTTO A QUASI TUTTI. MA LA LEGA DOVE STA?

Gentile Direttore,

in un gazebo organizzato dalla Lega mi sono confrontato con un signore che mi sembrava masticasse bene la politica baradella, politica che sembra sia rimasta ferma agli anni 90, almeno sui nomi in gioco.

Abbiamo discusso sulle nomine fatte dall’attuale Sindaco nei vari consigli di amministrazione e/o revisori dei conti, di cui l’amministrazione del Comune di Clusone (Sindaco della Lega) ha il diritto di nomina e che si possono puntualmente trovare nell’albo pretorio dello stesso ente.

Esempi sono i consigli della casa dell’Orfano, il Clara Maffei, la Fondazione Angelo Giudici, la Casa di riposo Sant’Andrea e per ultimo, ma non meno importante degli altri, la SETCO.

La discussione non è stata sui nomi in gioco, ma vista l’origine della lista dell’attuale Sindaco ci si sarebbe aspettati qualche nome più vicino alla Lega, invece è facile constatare che questo non è avvenuto, certamente Forza Italia sembrerebbe ben rappresentata, così anche il Sindaco sembrerebbe ben rappresentato, anche da chi aveva sostenuto Ambrosoli alla presidenza di Regione Lombardia contro Roberto Maroni. MA LA LEGA DOVE STA’?

Cordialità.

 

*  *  *

(p.b.) Abbiamo sottolineato più volte come Paolo Olini sia un leghista non in linea con il partito da cui proviene fin da quando entrò in consiglio comunale con un gruppetto di leghisti (4)…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 20 DICEMBRE