CASTIONE – Un anno e undici mesi per la professoressa Versati 5000 euro alla famiglia dello studente

708

Un anno e undici mesi e 5000 euro versati alla famiglia dello studente come ‘gesto di buona volontà’ e un percorso di recupero con uno psicologo. Si conclude così la vicenda della professoressa quarantenne di Castione che ha patteggiato la pena. La donna a giugno era stata accusata di avere avuto rapporti sessuali con un suo studente, che all’epoca aveva 13 anni. Niente carcere perché i domiciliari sono già stati scontati e il giudice Maria Luisa Mazzola ha concesso i benefici della sospensione condizionale della pena. La famiglia del ragazzo assistita dall’avvocato Gianluca Quadri ha già ricevuto i 5000 euro e tengono a precisare che è un ‘gesto di buona volontà’ e non come risarcimento del danno…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 DICEMBRE

 

pubblicità