CASTIONE – INTERVENTO – La demolizione del complesso ex Poverelle snatura l’ingresso (e la storia) di Castione

377

Vale la pena di tornare sulla notizia comparsa su Araberara il 15 aprile scorso dal titolo “Si abbatte l’edificio ex suore Poverelle”. In quel breve articolo si tacciono molti aspetti di una operazione che è rimasta volutamente nell’ombra da parte di chi l’ha voluta e intende attuarla, vale a dire da parte della Amministrazione Comunale di Castione.

Una operazione di questa portata va a stravolgere l’ingresso del centro storico e a consumarne l’ultima zona verde rimasta. Vediamo allora di che si tratta.

Il 18 febbraio scorso è stata approvata all’unanimità la Variante al PGT, che tra l’altro prevede alcuni interventi specifici e fra questi una operazione che riguarda la sorte del patrimonio ex suore Poverelle, un patrimonio che è costituito da due edifici e da una ampia superficie verde. Ebbene, questo intervento specifico permette la demolizione dell’edificio maggiore e lo spostamento della volumetria di 3.100 metri cubi nella sovrastante area verde con la possibilità di suddividerla in più fabbricati (in altre parole con la possibilità di costruire villette). Dalla demolizione dell’edificio si ricaverebbero alcuni parcheggi là dove la centrale via Vittorio Emanuele si tocca con via san Bernardo. Anche l’edificio minore verrebbe demolito.

Cosa c’è che non va in tutto questo e che non viene detto?…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 17 GIUGNO

pubblicità