CASTIONE – Emergenza medici: “Non pagano affatto gli affitti degli ambulatori”

311

I problemi li scopriamo quando ci toccano direttamente. E a quel punto ci si lamenta e ognuno dice la sua, sui social. “prima di tutto va chiarito che il Comune non fa pagare un euro per gli ambulatori, tutto gratis, anche riscaldamento e spese varie, contrariamente a quello che ha scritto qualcuno su facebook. Anzi, a un medico, che poi ha scelto di andarsene in… Portogallo, avevamo fornito gratuitamente anche l’auto. Il problema dei medici di base non riguarda solo Castione ma tutta Italia. Basti dire che solo in provincia di Bergamo mancato, al 30 aprile scorso, 116 medici di base. Questo dà l’idea di cosa stia succedendo nella sanità”.

Il sindaco di Castione Angelo Migliorati vuol far conoscere cosa sta succedendo. “Per quanto riguarda Castione tutto parte dal 31 dicembre 2021 quando sono andati in pensione i due medici di base dott. Baiguini e dott.ssa Bertoni, marito e moglie. A quel punto è restato solo un medico di base, con ambulatorio a Castione capoluogo, il dott. Amed Raja, molto bravo e disponibile, ma che ha già il tetto massimo di mutuati. Restano senza medico di base a Castione 2.600 cittadini, tanti. L’ATS che continuiamo a contattare, ha fatto ricorso, dopo aver cercato invano medici che si assumessero l’incarico a Castione, alla CAD, che sta per Continuità Assistenza Diurna, in pratica una Guardia Medica di giorno, perché poi dalle 20.00 comincia il servizio di Guardia medica notturna”. Già il servizio di Guardia medica notturna è un servizio che dipende da chi trovi, insomma non è certo il tuo medico che conosce la tua situazione, capita che ti mandino poi al Pronto Soccorso. Questo vale anche per la CAD, trovi il medico di turno, non sa niente di te, il giorno dopo trovi un altro medico. 

“Già, sono 4 i medici che ruotano negli ambulatori di Bratto, due mattinate e due pomeriggi, è chiaro che già così è un servizio al ribasso”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MAGGIO

pubblicità