CASTIONE DELLA PRESOLANA SCENARI ELETTORALI Il Conclave della Conca dei “vecchi”. I Bar di Via Fantoni. Angelo si… sLega, il mercato del Fafo, la lista di Egidio

62

(p.b.) Finisce (in gloria?) la settimana santa, proseguimento delle “passioni” in attesa di resurrezioni elettorali. E a proposito di resurrezioni tutti gli ex sindaci (viventi) sono stati invitati a cena dall’ex sindaco Luciano Sozzi. Per evitare battute di spirito (tipo “ultima cena”) il rendez vous è fissato per dopo Pasqua. Invitati gli ex sindaci Fabrizio Ferrari, Santo Denti, Angelo Migliorati e Vittorio Vanzan. Cena di lavoro, sia chiaro, un confronto di idee con le gambe sotto il tavolo per non togliere irrorazione sanguigna al cervello. Non è stato invitato il sindaco in carica Mauro Pezzoli. Che non è, non ancora un ex, anche se praticamente i convitati se lo augurano, chi più chi meno. Sarà un convitato di pietra però, si parlerà di lui, di quello che “non” ha fatto, di quello che poteva fare, di quello che si dovrebbe fare per togliere Castione dal rischio “limbo”. Un rischio che nella Conca non si è ancora del tutto avvertito, forse perché tutti pensano che la grande fusione dei Comuni dell’Altopiano franerà al referendum di fine novembre e nella Conca saranno in molti a tirare un sospiro di sollievo. La nascita di un Comune di 8 mila abitanti ai piedi della Conca relegherà Castione a “piccolo Comune rustico”.

Nel frattempo i tre candidati principali stanno tessendo la loro tela. Partiamo da Angelo Migliorati che si sta rimettendo in salute, non del tutto, e quindi rimanda a dopo Pasqua i progetti di quella lista che gli sta sempre più stretta…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 25 MARZO

pubblicità