Castelli Calepio La minoranza: “Il progetto della SP91: chi l’ha visto? Difficile si concretizzi. Villa Colleoni? Manca un regolamento per le associazioni. Accordo con la parrocchia per l’acquisto del teatro, noi eravamo per ristrutturarlo. Contrari al po

36

Di tutto e di più. Come sempre a Castelli Calepio. E dopo gli annunci del sindaco Giovanni Benini che lancia l’attesa variante SP91 e dichiara di volerla condividere con la minoranza, siamo andati a sentire proprio la minoranza, quella targata Fabio Perletti: “Il progetto non lo abbiamo ancora visto – spiega Perletti – ma siamo perplessi, prima il progetto doveva essere di 10 milioni, adesso siamo a 7, non si capisce bene poi da dove parte, la rotonda non sembra si possa fare ampia in quella zona. E poi non c’è uno studio di fattibilità, è ancora tutto da vedere. Ovviamente noi non siamo contrari alle infrastrutture ma dipende da come sono fatte, cosa costano e da chi sono finanziate”. E la minoranza ha perplessità anche sull’altra mega operazione che Benini sta per portare a termine e cioè l’accordo con la Parrocchia per l’acquisto del vecchio cineteatro e dello stabile annesso che Benini intente acquistare per poco più di un milione di euro e ristrutturare per farne ancora un teatro per la comunità: “Noi avremmo preferito che venisse ristrutturato e non comprato – spiega Perletti – perché così resterebbe alla Comunità ma anche alla Parrocchia, Benini sostiene che per questioni tecniche non è possibile ma forse basterebbe regolamentare il tutto con una convenzione”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 APRILE

pubblicità