BORGO DI TERZO – LUZZANA – VIGANO S. MARTINO – La piazzola ecologica della discordia

182

C’è stato nelle ultime settimane un clima di tensione tra le Amministrazioni comunali di Vigano San Martino, da una parte, e quelle di Borgo di Terzo e Luzzana, dall’altra. Si è trattato di alcune scosse di assestamento legate allo scioglimento dell’Unione Media Val Cavallina di cui i tre comuni facevano parte fino al 31 dicembre scorso.

pubblicità

In questo caso l’oggetto del contendere è stata la piazzola ecologica che si trova sul territorio comunale di Vigano. Il cartello comparso alcune settimane fa era esplicito: “Si comunica che dal mese di marzo la piazzola ecologica sarà accessibile esclusivamente dall’utenza di Vigano San Martino”.

Ciò ha fatto arrabbiare non poco amministratori e cittadini degli altri due paesi dell’ex Unione. Da parte sua il sindaco di Borgo, Stefano Vavassori, ha scritto una lettera aperta ai suoi concittadini: 

Come già sapete lo scorso 31 dicembre 2021 l’Unione Media Val Cavallina è stata messa in liquidazione dopo circa 24 anni nei quali ha gestito per i comuni di Borgo di Terzo, Luzzana e Vigano San Martino il 100% dei servizi erogati alla cittadinanza (sociale, istruzione, cultura, rifiuti, servii alla persona. Etc…). L’unione dei servizi ha avuto come conseguenza l’accorpamento anche di alcune strutture, nonché la condivisione delle strutture già presenti sul territorio, nell’ottica della razionalizzazione delle risorse con auspicate economie di scala, pertanto a Borgo di Terzo si è creato un plesso scolastico che accorpasse tutte le scuole primarie assieme alla secondaria, a Luzzana si è investito nella biblioteca e museo, mentre a Vigano San Martino si è potenziata l’offerta delle nostre strutture sportive. Oltre a questo, tra il 1994 e il 1998 venne anche realizzato e pagato direttamente dall’UMVC tramite l’allora Comunità Montana, il nostro centro di raccolta in via San Luigi, posizione questa ritenuta bericentrica si tre territori comunali (…)…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 MARZO

pubblicità