Alto Sebino Dopo la nostra inchiesta sulla Terra dei Fuochi Camuna e Sebina scattano gli interventi della Regione: 8 milioni di euro per bonificare l’Oglio e impedire al cianuro di finire nelle acque e arrivare al lago.

43

pubblicità

 

Ci volevano i giornali”, commenta tra lo sconsolato e il sarcastico il vecchio contadino che ci aveva indicato due mesi fa l’area della ‘terra dei fuochi’ a Berzo Demo.

40 mila tonnellate di rifiuti tossico (floruro e cianuri) stivati a Berzo Demo (1700 abitanti in Val Camonica), arrivati 5 anni fa a bordo di 700 tir dall’Australia a Marghera e poi lì, nel cuore della Val Camonica, alla ex Selca, un’immensa fabbrica ormai dismessa. La gente qui per un po’ di tempo ha portato pazienza, poi ha detto basta, ha cominciato ad alzare la voce che però si disperdeva nel vento e così qualcuno ha chiamato le redazioni dei giornali e ci ha… invitato qui. Nel cuore della Valcamonica, tra boschi e valli, tra passi di montagna e laghetti. Che qui la gente cerca aria… buona, ma l’aria buona è diventata qualcosa d’altro, fumi che si infilano nei polmoni e diventano veleni. Siamo venuti qui, accompagnati da alcuni abitanti di Berzo Demo che hanno visto ‘scappare’, come dicono loro, i figli verso terre più… sicure: “Mica solo per il lavoro, qui prima si veniva perché si voleva vivere bene a contatto con la natura. Pazienza se il lavoro non c’era o ce n’era poco. Vuoi mettere la salute? adesso non c’è più nemmeno quella e i nostri figli se ne vanno, se ne stanno andando tutti. E chi resta rischia di ammalarsi”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 10 APRILE

pubblicità