TRESCORE – ELEZIONI – Mara Rizzi: “Tante persone ci dicono che ‘il paese è morto’. Noi vogliamo farlo rinascere e ripartire, perché ce n’è bisogno”

102

Sorridente, affabile… e tenace. Così si presenta Mara Rizzi, candidata a sindaco della lista di minoranza ‘ConsensoCivico’. Il verdetto degli elettori di Trescore Balneario sarà scritto fra meno di due mesi, al termine delle votazioni dell’8-9 giugno. In quel momento sapremo se a vincere sarà la continuità rappresentata dal sindaco uscente Danny Benedetti o il cambiamento di cui si fa interprete l’attuale consigliera di minoranza.

Mara, cosa l’ha convinta e l’ha portata a candidarsi alla guida del Comune di Trescore?

La necessità di un cambiamento amministrativo, che ritengo urgente. E, ci tengo a dirlo, non sono solo io a pensarla così, ma anche tanti cittadini di Trescore. Ritengo che l’attenzione ai cittadini sia venuta a mancare in questi anni e che ci siano tante cose da migliorare. Io mi sono candidata per migliorare la qualità di vita dei cittadini di Trescore, che mi pare sia notevolmente peggiorata, soprattutto per quanto riguarda la percezione della sicurezza, che viene a calare giorno dopo giorno. Ci sono infatti episodi di microcriminalità e di spaccio in pieno centro e in pieno giorno. Tutto questo ha generato tra i cittadini un forte senso di insicurezza”.

Ha detto che è venuta a mancare l’attenzione verso i cittadini. “Proprio così. È mancata la considerazione del cittadino sotto vari punti di vista. Della sicurezza ho già parlato, ma lo stesso discorso si può fare anche per quel che riguarda il sociale; su questo fronte abbiamo riscontrato forti carenze e il cittadino non trova più quell’attenzione che un tempo gli veniva riservata…

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 APRILE

pubblicità