ROGNO – LA LETTERA – “Mia figlia, entusiasta di iniziare la scuola, è stata catalogata come bambina con difficoltà, e la chiamano scuola”

3282

Voglio raccontare la storia di mia figlia perché sia da esempio.

Mia figlia all’età di sei anni era una bambina felice di iniziare la prima elementare, entusiasta di scoprire cose nuove; da subito è stata CATALOGATA  come una bambina con difficoltà, il metodo Montessori appreso alla scuola materna, non era gradito alla maestra/coordinatrice del plesso, per cui nostra figlia veniva richiamata più volte perché non stava seduta come gli altri bambini… ci siamo barcamenati per anni in questo modo, facendo silenzio davanti alle assurdità delle maestre, fino a quando ci è stato detto che nostra figlia, visto che non leggeva bene, faceva errori di ortografia, era sicuramente dislessica.

Ci tengo a sottolineare che nostra figlia manifestava tutti i sintomi di chi non si trova bene in classe, in più anche il rapporto con i compagni non era felice, si sentiva diversa, non adeguata.

Fino a quando, un giorno, probabilmente con tutta la forza che aveva dentro di sé, ha manifestato a noi genitori che voleva cambiare scuola, perché era stanca di stare male e di sentirsi diversa…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 17 GIUGNO

pubblicità