RIVA DI SOLTO – Dal 1 aprile tassa di soggiorno a Riva. Unico Comune dell’Alto Sebino: “Coi soldi faremo manifestazioni”

Arriva la tassa di soggiorno. Dal primo aprile a Riva di Solto, la perla turistica del lago si paga un euro per soggiornare in alberghi, bed and brekfast e case vacanze. Fuori dal giro le seconde case, che qui sono davvero tantissime. “Abbiamo deciso di introdurre la tassa di soggiorno – spiega la sindaca Nadia Carraraun euro al giorno, con un regolamento ben preciso che poi divulgheremo, i bambini sotto i 14 anni non pagano nulla. Vogliamo regolamentare così la più grossa risorsa di Riva”, che se è vero che ha solo 900 abitanti è altrettanto vero che è una delle località più gettonate da parte dei turisti, soprattutto stranieri: “A Riva ci sono due alberghi, il Miranda che si trova a Zorzino e il Poggio d’Oro – continua la sindaca – poi c’è il Campeggio, un paio di Bed and Brekfast e poi ci sono molte case vacanze, più di 20, che si stanno mettendo in regola e dove vengono moltissimi stranieri che prenotano via internet”. ..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 APRILE