PONTE NOSSA – L’INTERVISTA – Stefano Mazzoleni 10 anni dopo: “E ora ci riprovo, gruppo nuovo, solo due attuali consiglieri ancora con me. Dalla rotatoria al rifacimento del ponte, dalla telefonata di Mattarella alla mia famiglia e ora…”

54

Stefano Mazzoleni dieci anni dopo, già, sono passati 10 anni dalla sua prima elezione da sindaco. E ora si ricandida. Ma Stefano in amministrazione era entrato molto tempo prima: “Era il 2004, avevo 28 anni, un anno prima delle elezioni, nel 2003, si stava costituendo un gruppo in paese, una lista civica che poi era sfociata nel gruppo di Angelo Capelli, avevo cominciato ad andare a queste riunioni con entusiasmo, incontri che mi hanno convinto e appassionato”. Detto fatto, Stefano entra in lista. “A casa mia nessuno si interessava di amministrazione, ho un fratello, Claudio, che fa altro, in passato mio padre aveva fatto parte di un gruppo ma tantissimi anni fa. Comunque nel 2004 alle elezioni si presentarono tre liste, la nostra con Capelli, il gruppo Cariboni e Balzi. Avevamo lavorato un anno per arrivare a creare il gruppo, andò benissimo, abbiamo vinto e io presi tantissime preferenze”. Stefano fa il vicesindaco, insomma sei entrato dalla porta principale: “Angelo mi ha dato fiducia ed è stata una bellissima esperienza, che mi ha entusiasmato da subito, sono stato 10 anni con Angelo Capelli e credo che abbiamo cambiato in modo positivo il paese. Poi nel 2013 Angelo va in Regione e rimaniamo senza sindaco, quindi ho preso io le redini per quell’anno che mancava a fine mandato e quell’anno mi è servito tantissimo per prendere le misure da sindaco”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 APRILE

 

pubblicità