NEMBRO – Furto ‘da quattro soldi’ nella chiesa di Lonno, più grande il danno morale per la comunità

187

Ci sono i topi d’appartamento, i topi d’albergo, ma anche i topi di chiesa. Ci riferiamo non ai piccoli roditori, ma ai ladri che prendono di mira, appunto, appartamenti, alberghi e chiese.

È successo anche nel tranquillo borgo di Lonno, frazione montana del Comune di Nembro.

Nei giorni scorsi una persona ha infatti preso di mira la chiesa parrocchiale del paese, è entrato e ha portato via alcuni oggetti (due reliquie e gli oli sacri) che, in effetti, non hanno un grande valore dal punto di vista economico, ma che certamente lo hanno per i parrocchiani.

Il furto è avvenuto martedì 6 febbraio. Un abitante di Lonno ha postato un messaggio scritto del parroco don Roberto Zanini: “Vi scrivo per comunicarvi che ieri pomeriggio, tra le 14.30 e le 15, un giovane ha scassinato il tabernacolo dell’altare maggiore della nostra chiesa parrocchiale; non è riuscito ad aprirlo, ma qualche danno l’ha fatto.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 16 FEBBRAIO

pubblicità