LUZZANA – Beluzzi perde pezzi. Rodigari: “Il Comune non può continuare ad essere gestito così!”

203
sdr

Il terzo mandato del sindaco di Luzzana Ivan Beluzzi si sta chiudendo tra mille difficoltà e con una profonda spaccatura all’interno del suo gruppo ‘Continuità e Innovazione 2.0’. Una spaccatura che si è manifestata pubblicamente nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, mercoledì 27 dicembre. In pratica, il primo cittadino ha perso la metà dei suoi consiglieri.

I primi tre punti all’ordine del giorno – spiega il consigliere Loris Rodigarisono stati votati da quattro consiglieri, mentre tre si sono astenuti. E si trattava di punti importanti: il Documento Unico di Programmazione (il Dup), il bilancio e la nota di variazione. Gli altri punti sono invece stati votati da tutti”.

Il giovane Rodigari, nella sua lunga dichiarazione di voto ha espresso dure critiche al sindaco Beluzzi. Ecco la parte iniziale del suo discorso: “Mi rivolgo con profonda preoccupazione, in particolare a te Ivan, riguardo al modo in cui viene gestita l’attuale Amministrazione comunale e al modo con cui vengono coinvolti gli stessi membri della maggioranza: ritengo innegabile che ci troviamo di fronte ad una più che mai radicata e problematica situazione caratterizzata da assenza di comunicazione e coinvolgimento. Non vengono forniti aggiornamenti sull’andamento dell’amministrazione, trascurando di coinvolgere il gruppo nelle decisioni importanti e nelle strategie che dovrebbero plasmare il futuro del nostro Comune. La mancanza di convocazioni del gruppo di maggioranza per discutere e stabilire le direzioni amministrative e la programmazione è di fatto una grave omissione che compromette la capacità del gruppo stesso di agire in modo informato e responsabile in Consiglio comunale.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 5 GENNAIO

pubblicità