LOVERE – CASA DELLA SERENITA’/1 – Clotilde, 97 anni: “Ho 5 figli, qui ho trovato la mia sicurezza, facevo la sarta e poi…”

667

Clotilde è una delle ospiti, arriva vestita elegante, capelli color argento, si presenta e racconta: “Arrivo da Napoli, e ho ancora dentro lo spirito napoletano”, un fiume in piena da subito, la fermo dopo pochi minuti per chiederle l’età e mi spiazza: “Ho 97 anni”, ne dimostra 20 di meno. Lo sa e sorride: “Sei stupita? Sto bene, tanto e sto bene qui. Sa che sono qui da 80 anni ormai?”. E come è arrivata qui? “Per amore, mio marito è di Rogno, ho cinque figli ma loro non volevano che io venissi qui, sono stata io che un anno e mezzo fa ho capito che alla mia età è meglio fari seguire da vicino e qui mi seguono perfettamente. Sono bravissimi. Due dei miei figli sono medici, tutti hanno ormai la loro vita in giro e non volevo pesare su nessuno, qui mi seguono benissimo”. Come ha conosciuto suo marito? “In tempo di guerra, stava facendo il servizio militare a Napoli, io sono di un paese lì vicino, nella zona di Frattamaggiore, i tedeschi lo cercavano e lui si è nascosto dove abitavo io, ci siamo conosciuti così, era un bell’uomo, e dopo la guerra, nel ’46 ci siamo sposati e sono venuta a Rogno. Ma io sento ancora forte la mia radice napoletana. Facevo la sarta, ho sempre avuto una vita intensa e ho amato molto mio marito….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 15 APRILE

pubblicità