LIZZOLA – “Ho preso il pullman da Lizzola per Gromo perché a Valbondione anche se c’è l’ambulatorio il medico non viene, ore in giro per non trovarlo…Sono una malata cronica…”

338

Ho preso il pullman da Lizzola, ho dovuto cambiarne altri per arrivare a Gromo, e per sentirmi dire che il farmaco non me lo prescriveva”. A raccontare la storia è una paziente di Lizzola del dottor Natalino Presepio: “Qui a Lizzola siamo 100 abitanti, e il medico non viene nemmeno a Valbondione (Lizzola è frazione di Valbondione ndr) – continua la donna – eppure a Valbondione c’è l’ambulatorio e la segretaria, che paghiamo noi come cittadini, ma niente da fare, per lui è più comodo stare a Gromo. Così noi, quasi tutti anziani, dobbiamo sobbarcarci il viaggio per andare a Gromo ma se non stiamo bene? Io ho problemi di salute cronici, sono una trapiantata e ho bisogno del medico ma come faccio se non c’è quasi mai? Ho dovuto affidarmi a Bergamo e mi appoggio a loro ma è tutto troppo scomodo. A novembre una volta dovevo andare dal medico, ho preso il pullman, partita alle 8 del mattino anche se avevo appuntamento alle 10,30 perché non c’erano pullman prima e alla fine non mi ha prescritto il farmaco, ho dovuto andare a Clusone, cambiare altri pullman e tornare a Lizzola.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 2 GIUGNO

pubblicità