L’estate “in cammino” della val Cavallina: in centinaia sui percorsi tra ambiente, arte e gastronomia

78

“InCammino InValcavallina”, il progetto di valorizzazione e conoscenza del territorio attorno al lago di Endine, giunge alla sua conclusione: tra venerdì 16 e domenica 18, infatti, avrà luogo la tre giorni di festa e bilancio dell’iniziativa, finanziata da Regione Lombardia e sostenuta dai comuni dell’alta valle (Endine Gaiano, Monasterolo del Castello, Gaverina Terme, Bianzano, Spinone al Lago e Ranzanico) per tessere una rete che sappia coniugare storia e cultura con il marketing territoriale. Il progetto “InCammino” è stato promosso dalla Cooperativa L’Innesto e fatto proprio dai comuni della rete, che, poggiando su lago e montagne circostanti, e, “approfittando” del crescente interesse verso i “cammini”, sfrutta le tante e notevoli possibilità di questo territorio in termini di ambiente, ospitalità, gastronomia e arte.

pubblicità

Qualche centinaio di persone ha partecipato ai cammini in programma, tutti entusiasti delle proposte delle singole escursioni.

Durante l’estate sono stati inaugurati 6 sentieri “tematici”, capaci di raccontare, attraverso itinerari da farsi a piedi, in bicicletta o con natanti, contenuti veri e inaspettati della Val Cavallina, per renderla destinazione di interesse turistico ma non solo, coinvolgendo le realtà economiche a carattere turistico e agronomico e permettendo di conoscere le peculiarità storiche, culturali e ambientali della Val Cavallina e la sua attrattività anche residenziale ed economica.

Perciò, tra Endine Gaiano, Ranzanico e Bianzano è stato realizzato il sentiero «Fuoco del fare», centrato sul lavoro; a Ranzanico ed Endine Gaiano «Principio d’acqua»,  percorso tra i quattro laghi; a Monasterolo del Castello, Spinone al Lago e Bianzano l’itinerario di comunità, tra chiese e castelli; a Gaverina Terme «Tracce d’aria», tra storia, fede e natura; a Monasterolo del Castello ed Endine Gaiano «Saperi di terra», un cammino ambientale e naturalistico, mentre con la festa finale sarà inaugurato, a Gaverina Terme e nella Valle delle Sorgenti, Bio-parco della Val Cavallina,  l’itinerario della biodiversità.

Nel week end di festa, da venerdì 16 a domenica 18, in varie località della val Cavallina, vengono organizzate diverse e numerose iniziative, come incontri con ragazzi delle scuole, percorsi promozionali e didattici, momenti di gioco e musica folk. Sabato 17, in programma una  tavola rotonda sul tema del turismo accessibile e inclusivo “L’AMBIENTE NATURALE COME ESPERIENZA INCLUSIVA”  (qui il programma completo)

La Val Cavallina, con diversi soggetti pubblici e privati – dice Lodovico Patelli, animatore del progetto “inCammino” -, è da tempo in cammino nel processo di inclusione e di accessibilità, oltre che delle strutture, anche dei servizi turistici e sportivi, con particolare riferimento alla fruizione degli ambienti naturali: lago e montagna. Attraverso importanti collaborazioni sono già in atto e si stanno realizzando attività in tal senso, per lo svago e lo sport. InCammino_InValCavallina propone, nel proprio contesto progettuale, itinerari con l’accompagnamento in joelette e con pulmini per disabili. Questo fa da presupposto al tema sul quale si intende riflettere, anche in effetto del protocollo d’intesa sul turismo accessibile e inclusivo, promosso dalla Provincia di Bergamo e sottoscritto da Enti, Associazioni del terzo settore e Organizzazioni di rappresentanza”.

pubblicità