IL CASO – FINO DEL MONTE Il Comune: l’Asilo è della “Misericordia”. Troppo “misericordioso”… Ecco un documento che lo smentisce.

232

Di chi è l’Asilo di Fino del Monte? Ma chiaro, della “Fondazione Consorzio della Misericordia di Santa Maria dei Nobili da Fin”. No, è del Comune di Fino del Monte. Che ci sia un contenzioso è testimoniato dal fatto che c’è stato un “tentativo” di conciliazione con tanto di verbale redatto il 28 settembre scorso dall’Istituto Superiore di Conciliazione. All’incontro hanno partecipato il presidente della Fondazione Pietro Ranza e il sindaco di Fino Matteo Oprandi. Una “conciliazione” già scritta in pratica in quanto la Fondazione chiedeva al Comune di riconoscerle la proprietà “del bene immobile in Fino del Monte alla Piazza dell’Olmo n. 24”, vale a dire la sede dell’Asilo di Fino. All’incontro partecipa (presenza concordata dalle due parti) il notaio Armando Santus che poi è anche il notaio cui ricorre spesso la Curia di Bergamo. Il che non è marginale visto che c’è stato anche qui un contenzioso che rivendicava la proprietà alla Parrocchia e addirittura un tentativo di riconoscere alla Parrocchia la proprietà il 9 aprile 2014 da parte dell’attuale sindaco Matteo Oprandi, con delibera consigliare saltata perché non fu raggiunta l’unanimità che il sindaco pretendeva per andare sul sicuro e non avere poi dei ricorsi. Il che significava e significa che la faccenda era (ed è, come vedremo più sotto) intricata e che il Comune potrebbe essere davvero “proprietario” di una parte almeno dell’edificio….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 21 OTTOBRE

pubblicità