Gal Presolana e Laghi Bergamaschi, nuovo logo e nuovo direttivo

192

Con l’ingresso ufficiale della Val di Scalve a dicembre e di altri comuni della Val Seriana e dei Laghi Bergamaschi si amplia il territorio dell’ex Gal Valle Seriana e Laghi Bergamaschi che ufficializza la nuova denominazione «Gal Presolana e laghi Bergamaschi» e quindi un nuovo logo e un nuovo sito internet (che sarà aggiornato a breve con nuovo dominio), accompagnati anche da un rinnovo delle cariche.
Sono quindi 68 i comuni aderenti al Gal Presolana e Laghi Bergamaschi, con 12 nuovi ingressi: per la Comunità Montana di Scalve i quattro comuni di Azzone, Colere, Schilpario e Vilminore di Scalve, per la Comunità Montana Valle Seriana entrano Colzate, Gazzaniga e Vertova, e per la Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi Credaro, Foresto Sparso, Gandosso, Sarnico e Villongo.
La nuova denominazione «Gal Presolana e Laghi Bergamaschi» richiama la Regina delle Orobie simbolo ed elemento di unione tra le due valli Seriana e di Scalve, mantenendo poi il richiamo ai laghi bergamaschi. Il nuovo logo, in linea con il precedente, conserva i riferimenti alla montagna, ai fiumi che attraversano i territori e ai laghi, e cambia nella parte grafica i colori che da azzurro e verde diventano tre come i tre territori: arancio, marrone e azzurro.
Nel corso dell’assemblea di metà novembre è stato modificato lo statuto dell’ente per consentire l’ingresso della Val di Scalve (ufficializzato dal 2 dicembre) e degli altri comuni della Val Seriana e dei Laghi Bergamaschi, rendendo necessario il cambio della denominazione. A novembre è stato anche rinnovato il Consiglio di amministrazione: alla guida del Gal è stato riconfermato il presidente Alex Borlini. Vicepresidente invece Alberto Colosio (nuova nomina), e consiglieri Carlo Belotti e Cinzia Baronchelli (i due consiglieri riconfermati), entrano in consiglio poi Lorenzo Bruschi, Silvia Bergamini, Ernesto Azzarini, Chiara Patelli.
«L’ingresso della Val di Scalve è un segno di continuità con il lavoro di collaborazione che stiamo portando avanti in più sedi, come nel gruppo strategia. È stato quindi naturale aggregarsi, – commenta il presidente del Gal Presolana e Laghi Bergamaschi Alex Borlini. – Oltre alla Val di Scalve ampliamo il territorio accogliendo anche alcuni comuni della sponda bergamasca del Sebino e altri della Val Seriana. Il nuovo logo, voluto dall’assemblea, è un richiamo alla Presolana elemento distintivo che unisce le due Valli».

Guardando al futuro dell’ente e al prossimo Piano di Sviluppo Locale 2023-2027 che porterà sul territorio oltre 4,5 milioni di euro (4.514.750 euro, questa la cifra destinata da Regione Lombardia al Gal Presolana e Laghi Bergamaschi) sono tante le sfide e gli obiettivi che vedranno impegnato il GAL.
«Sono i giovani e il turismo e lo sviluppo socioeconomico i temi che saranno al centro della strategia del prossimo Piano di Sviluppo Locale, -spiega il presidente. – Avrà meno peso quindi la componente agricola e di silvicoltura che sarà di competenza di Regione Lombardia, la quale andrà a definire dei bandi specifici per il settore. Nel periodo post Covid, abbiamo visto una crescente esigenza e interesse verso lo sviluppo turistico dei territori, ma anche verso la promozione di nuovi servizi legati al settore sociale e alle economie di comunità. I bandi sono in costruzione e saranno presentati nella primavera
del 2024. Anche il nuovo direttivo riflette l’attenzione verso i giovani che è presente nella nuova strategia. Un direttivo dinamico, con tanta voglia di mettersi al lavoro, una compagine in cui vi sono nuovi volti giovani e nuove professionalità. Ringrazio i consiglieri uscenti l’ex vicepresidente Luigi Bettoli e Serena Cuni per il lavoro fatto, e poi Carlo Belotti e Cinzia Baronchelli che proseguono in segno di continuità e i nuovi consiglieri».

pubblicità