E’ saltata un’altra Unione. La storia dell’Asta del Serio tra Fusioni, Unioni e Divisioni

267

Quello che restava dell’Unione dei Comuni dell’Asta del Serio, si è sciolto alle prime spere di sole di maggio. Villa d’Ogna e Piario divorziano e vanno ognuno per conto suo.

Era di maggio anche il mese di nascita, nel 2014, la sede ad Ardesio, l’Unione comprendeva appunto Ardesio, Villa d’Ogna, Piario e Oltressenda Alta. Già a fine novembre Oltressenda abbandonava l’Unione. Due anni dopo, sempre a fine anno, abbandonava anche Ardesio. Erano rimasti in due ma i conti non tornavano:  (…in quanto nei fatti il servizio svolto dall’Unione non ha portato i benefici che si erano inizialmente ipotizzati e con soli due enti non è possibile raggiungere la massa critica necessaria alla realizzazione di quelle economie di scala che ne giustificherebbero l’esistenza). E allora ecco la separazione consensuale.

Il tempo delle Unioni e delle Divisioni

E’ il tempo delle divisioni dopo le grandi illusioni delle Unioni e addirittura delle Fusioni annunciate tra Comuni piccoli e medi. C’era stato il progetto di fusione tra cinque Comuni, già facenti parte dell’Unione dell’Altopiano, Rovetta, Fino del Monte, Cerete, Onore e Songavazzo. Bocciato clamorosamente dai referendum popolari, in nessuno dei cinque Comuni ha prevalso il Sì, nonostante i cinque Sindaci si fossero spesi a illustrare i vantaggi economici della fusione. Ma già prima da quella Unione era uscito clamorosamente Castione. Poi dall’Unione, con il cambio dell’amministrazione, è uscita Rovetta, che aveva anche “sfrattato” quello che restava dell’Unione (4 Comuni) dalla sede, collocata sul suo territorio.

Nell’Asta del Serio (da Villa d’Ogna fino a Valbondione) nello stesso periodo (2014) si erano formate ben due Unioni, quella chiamata appunto “Asta del Serio” e quella chiamata “Alto Serio”.  Della prima facevano parte Ardesio, Oltressenda Alta, Piario e Villa d’Ogna. Della seconda Gandellino, Gromo, Valbondione e Valgoglio.

Ma da subito nella parte bassa dell’Asta, Oltressenda Alta si era chiamata fuori. E’ il più piccolo Comune della valle Seriana (152 abitanti) e in teoria il più interessato a condividere servizi con i Comuni vicini. Ma da qualche tempo la gelosia, più o meno identitaria, porta al “fai da te”, rivendicando autonome decisioni che non si vogliono condividere o addirittura delegare ad altri. Poi se n’era andato Ardesio. Qui la decisione era motivata dal fatto che era il più grosso Comune (3.347 abitanti) e si trovava a far da traino agli altri Comuni, addossandosi costi che restando da solo sarebbero stati più convenienti. Insomma era rimasta un’Unione con soli due Comuni, Villa d’Ogna e Piario.

Villa d’Ogna inventata nel 1929

Qui bisogna fare un po’ di storia. All’unità d’Italia e primo censimento (1861) Villa d’Ogna come Comune non esisteva. Esistevano il Comune di Oltressenda Alta e quello di Oltressenda Bassa e Piario faceva Comune a se stante (contava all’epoca 281 abitanti)….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 20 MAGGIO

pubblicità