COSTA VOLPINO – INTERVENTO – “PGT: penalizzate realtà economiche che esistono da sempre. Campo sportivo a 11: un flop e le utenze le pagano i cittadini. Mancanza di ascolto”

198

È già passato un anno dalle ultime consultazioni amministrative svoltesi nel nostro Comune. Il gruppo di Idea Civica Costa Volpino prosegue il suo percorso sia nelle istituzioni, partecipando in modo attivo sia in Consiglio Comunale, sia fra la gente presenziando il più possibile con i suoi consiglieri alle iniziative proposte sul nostro territorio dalle numerose associazioni operanti. Sono numerose le tematiche affrontate in questo nostro primo anno di minoranza, vissuto in maniera propositiva e vigile, rispettosa di quei principi che ci eravamo proposti di sostenere in campagna elettorale e che sempre saranno il punto cardine del nostro agire politico. Vogliamo far sapere all’opinione pubblica quali sono state le scelte e le decisioni prese da questa Amministrazione, perchè fare opposizione significa per noi non solo vigilare e proporre nuove iniziative ed idee ma anche informare in maniera chiara e onesta i nostri concittadini. Partiamo dalla Variante al Piano di Governo del Territorio: Variante che è stata adottata dal precedente Consiglio Comunale e che è poi stata approvata definitivamente da quello attuale, già questa di per se è un’anomalia, ma è solo il male minore, nella Variante definitiva, approvata in data 17 febbraio 2022, si può notare tutto l’opportunismo di questa amministrazione: Questa Variante al Pgt recepisce al suo interno le direttive Regionali e Provinciali sul consumo di suolo previsto che deve essere del 25% in meno, una bella scocciatura per un’amministrazione che deve mantenere promesse e progetti già avviati in campagna elettorale e nello scorso mandato. Per sviare a ciò ecco allora che si fa largo l’opportunismo, vengono infatti stralciate aree di espansione già consolidate nei Pgt passati a scapito di realtà economiche operanti da decenni sul nostro territorio, vengono bocciate tutte le richieste dei piccoli privati e per chiudere in bellezza viene utilizzata una porzione importante dell’ex-Cava Africa come terreno di conquista che passa in un batter d’occhio da area di cava a terreno agricolo, noi però non abbiamo mai visto crescere erba su uno specchio d’acqua. Vengono poi stralciate dal Plis dell’Alto Sebino aree nei pressi della foce del fiume Oglio in località Pizzo…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 2 DICEMBRE

pubblicità