CLUSONE LA LETTERA 90 dipendenti di “Sinergia” scrivono a Olini: “Ecco perché avete perso un’occasione dicendo No al progetto”

272

 Le firme sono di 90 dipendenti di Sinergia. Per chi non avesse seguito la vicenda la riassumiamo. A gennaio arriva al Comune di Clusone una proposta di “Sinergia” per costruire una sede centralizzata che permetta di concentrare in un unico polo industriale l’attività della ditta: 20 mila metri quadri di capannoni con una soluzione innovativa e un parco con laghetti. Il tutto nell’Isola Felice, tra il laghetto di San Lorenzo e l’ex eliporto. Il titolare della ditta Gianluca Balduzzi ha sedi sparse, da quella storica di Onore a quelle sul territorio di Clusone. Ha cercato soluzioni alternative come quella dell’ex Cantoni di Ponte Nossa (ma parte del complesso era già affittato), e quella della Festi Rasini di Villa d’Ogna ma anche qui la trattativa non è andata in porto (già occupati alcuni spazi). Si era parlato, e l’avevamo scritto, di un insediamento a Ombregno Bassa, territorio di Onore ma su in alto, tra l’incrocio per Poerza e Fino e la variante di Castione. “Ma è un terreno troppo bello, ideale per costruirci villette, non capannoni”, commenta adesso Gianluca Balduzzi. La proposta a Clusone dunque, che comprendeva la realizzazione di un Parco e una pista ciclabile, oltre alla strada che avrebbe portato fino all’ex eliporto. Il Comune di Clusone chiede invece che si realizzi un parco in centro città, non è interessato a un parco in quella zona, a mezzo tra Clusone e Rovetta….

pubblicità
pubblicità