CLUSONE – È tornato ‘Lo Spirito del Pianeta’ in ‘salsa baradella’

104

Aztechi e Maya, Pigmei e Hazara afghani e cingalesi, Dessana e Yawalapiti dell’Amazzonia, Maori della Nuova Zelanda e Cree del Canada, fino ad arrivare ai Mapuche cileni.

Una costellazione di popoli, tradizioni e culture che mercoledì 5 giugno ha fatto capolino nell’altopiano di Clusone dove, in località Spessa, è tornato lo Spirito del Pianeta.

Sì, dopo l’enorme successo dello scorso anno, questo evento che da decenni si svolge in terra bergamasca è tornato nella splendida cornice baradella che, nonostante il maltempo del giugno 2023, aveva conquistato non solo i tantissimi visitatori, ma anche i gruppi venti da terre lontane per mostrare le loro culture e i loro prodotti artigianali.

E, infatti, anche stavolta lo spettacolo sarà assicurato da musiche e balli etnici, dall’emozionante suono dei tamburi, dai fuochi e dalle bancarelle con prodotti artigianali provenienti dai cinque continenti.

I numeri dello Spirito del Pianeta in salsa baradella (su cui calerà il sipario il 23 giugno) sono impressionanti. 400 eventi, quindi oltre al gruppo a cui sarà dedicata la serata ci saranno altri momenti paralleli; sono stati allestiti 12 ristoranti dove gustare piatti che hanno le loro radici in varie parti del mondo, ci sono 120 espositori di artigianato e ancora momenti di canti, danze, conferenze e laboratori.

ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 7 GIUGNO

pubblicità