CLUSONE: l’Asilo con un “ribasso” per un rialzo” (del tetto) calcolato non al centimentro ma al centesimo

37

 

Figuriamoci se a Clusone non tornava in scena l’Asilo. Sono ormai 5 anni che torna e ritorna tra mille polemiche. La buona notizia è che i lavori avanzano. Li ha la Fondazione Clara Maffei e già questa è un’anomalia, secondo le minoranze che sono tornate a farsi sentire. Ma soprattutto perché il ribasso d’asta di 600 mila euro e rotti è stato deliberato che andrà alla stessa Fondazione per ulteriori opere. E qui sta l’inghippo delle leggi, se non delle usanze. Tutto a posto, dice Olini. Col cavolo, dicono le minoranze. Anche perché la richiesta di nuovi fondi è calcolata al centesimo 630, 922,06 compreso quello 06 centesimi che fa imbestialire le minoranze visto che la richiesta di maggiori finanziamenti corrisponde appunto al centesimo al ribasso d’asta a suo tempo praticato dalla ditta costruttrice e che secondo le minoranze le nuove opere andava di nuovo messe all’asta per avere ulteriori ribassi.

SU ARABERARA IN EDICOLA PAGG. 10-11

pubblicità