Cicola in rivolta, in pochi mesi chiuso l’asilo, la sede degli alpini… e forse anche la processione di San Pietro

57

To met metit in di guai”, mi accoglie così Giancarlo Panseri, capogruppo degli alpini di Cicola, una frase che spiega il clima che si respira in queste settimane nella località di Crobbio degli Angeli.

La frase gli scappa via con un sorriso, davanti agli altri alpini alla sede degli alpini di Cicola, anche loro con il sorriso, anche se la questione dello ‘sfratto’ dalla sede storica brucia ancora. Gli alpini stanno preparando la loro festa che si terrà dall’11 al 21 agosto, l’ultima festa qui a Cicola.

SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 5 AGOSTO

pubblicità