Turismo in Lombardia, le prenotazioni tornano ai livelli pre Covid

24

Inizia la bella stagione e si parla delle prossime vacanze. Parliamo quindi di numeri: le prenotazioni in Lombardia tornano ai livelli pre Covid stando ai dati che riporta la Regione.

“Stando alle prime stime di prenotazioni i dati rivelano, per il 2022, un avvicinamento ai livelli pre-Covid. In termini di flussi, presenze e crescita, infatti, la spesa turistica nella nostra Regione, aumenterebbe del 10% rispetto al 2021. L’emergenza pandemica sembra aver influenzato le scelte verso il turismo sostenibile e la vacanza ‘italiana’, le mete di montagna sono rappresentate nel 10% del campione nazionale e le località lacuali dal 4%”, ha spiegato Attilio Fontana, il presidente di Regione Lombardia intervenendo a Palazzo Lombardia alla conferenza stampa di presentazione delle campagne promosse da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo, per celebrare le eccellenze italiane e il rilancio dell’immagine della Penisola nel mondo, alla presenza del ministro del Turismo, del presidente dell’Enit, Giorgio Palmucci, e dell’amministratore delegato, Roberta Garibaldi.

“Si può dire che ‘giochiamo in casa’ a beneficio delle nostre città d’arte, del patrimonio Unesco, ma anche dei piccoli borghi e del paesaggio lombardo fra i più vari d’Italia – ha detto il presidente – rimarcando le capacità organizzative della Lombardia, le bellezze architettoniche e culturali, i buoni collegamenti infrastrutturali, una fitta rete di percorsi di mobilità dolce, impianti sportivi da ‘terra olimpica’ e ospitalità capace di destagionalizzare l’offerta”.

pubblicità