SPORT – Maria, la prima donna della zona a chiudere l’Iron Man in 14 ore e 52 minuti: “Il triathlon è il mio stile di vita, così dimostro ai miei figli che i sogni si possono realizzare”

1223

Il triathlon per me è uno stile di vita, una filosofia, è un modo per espandere i confini delle mie capacità fisiche, mentali e spirituali, per esprimermi e fare sempre meglio”, è così che Maria Chernysh, ragazza di origini russe residente ad Anfurro, piccola frazione di Angolo Terme dopo l’Iron Man che si è svolto il 16 settembre a Cervia. Per la prima volta una ragazza residente in Valle Camonica è riuscita nell’impresa di chiudere i 3,8 chilometri di nuoto, i 180 chilometri in bicicletta e i 42,2 chilometri di corsa con un tempo di 14 ore e 52 minuti. Maria fa parte della squadra Triathlon Vallecamonica 226, associazione con sede a Darfo Boario Terme nata nel 2016.

Lo sport dà la gioia di conoscere sè stessi – spiega Maria -, l’opportunità di vedere la bellezza di questo mondo e sentire la felicità. Per me il triathlon è un’altra opportunità per mostrare con il mio esempio ai miei figli che è possibile realizzare i propri sogni e obiettivi, la cosa principale è avere un piano, disciplina e non aver paura di andare avanti, superando le difficoltà. Avendo completato la distanza di Ironman, posso tranquillamente dire questo famoso slogan: l’impossibile è possibile. Fondamentale è potersi allenare in posti meravigliosi come la Vallecamonica ed il Lago D’Iseo. Luoghi di bellezza incredibile”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 6 OTTOBRE

pubblicità