SOVERE – Nasce la Comunità Energetica: ditte e cittadini mettono in comune l’energia dei pannelli fotovoltaici: “Chiunque potrà utilizzarla”

269

Comunità Energetica Rinnovabile. Che a dirla così sembra qualcosa di molto difficile ma in pratica è una realtà che se andrà in porto sarà rivoluzionaria sul fronte energia: “Un argomento che mi è sempre stato a cuore, sin dalla mia campagna elettorale – racconta la sindaca Federica Cadeila sta seguendo il mio consigliere delegato Sergio Coronini, stiamo facendo un percorso con una società che ci segue per andare a costruire quella che sarà la nostra Comunità Energetica Rinnovabile”. Cosa vuol dire? “Vuol dire creare una comunità di persone ed enti pubblici, utenti residenziali e commerciali con uno o più impianti fotovoltaici che producono energia che si uniscono in quella che è un’associazione, una cooperazione, dove si può scegliere la forma giuridica che si vuole, energia prodotta da panelli solari e l’energia viene immessa nella comunità energetica, le aziende che la producono durante il giorno per esempio la consumano la sera e se non hanno consumo perché magari la sera sono spente, la rimettono nella rete all’interno della comunità energetica e viene poi utilizzata da chi ne ha necessità”.

SUL NUMERO DI ARABERARA IN EDICOLA DAL 18 NOVEMBRE

pubblicità