SOVERE – Maureen, mamma di tre figli e la laurea da 110 e lode: “Era il mio sogno, basta organizzarsi. Il pomeriggio studiamo tutti insieme”

1803

Ci sono sogni che a volte vengono chiusi in un cassetto solo per essere tirati fuori all’occorrenza ed essere inseguiti. È proprio quello che ha fatto Maureen Bonetti, soverese di 37 anni, che, mamma di tre figli, ha ripreso tra le mani i libri dell’università e si è laureata – con il massimo dei voti – alla Triennale e ora sta proseguendo il cammino della Magistrale. Ma come si fa? “Me lo chiedono in tanti, sai? E io rispondo che basta organizzarsi e avere una grande passione”. Riavvolgiamo il nastro, torniamo all’inizio. Tre figli: “C’è Dea, la più grande, che ha 13 anni, poi c’è Marco che ne ha 11 e frequenta la prima media a Clusone e il più piccolo, Federico, che ha iniziato la prima elementare a Lovere”. Perché hai deciso di rimetterti a studiare? “Ho fatto il liceo linguistico a Cemmo e quando mi sono diplomata ho iniziato subito a lavorare come amministratore di condominio e a 23 anni sono diventata mamma per la prima volta. Quando Federico ha iniziato l’asilo, mi sono chiesta cosa avrei potuto tutte le mattine. Il lavoro mi lasciava parecchio tempo libero e quindi perché non andare avanti a studiare? Il mio sogno era quello di diventare veterinaria, dopo il liceo avevo tentato due volte il test d’ingresso ma non era andata bene e quindi avevo accantonato l’idea. Stavolta invece ho scelto Filosofia a Bergamo, che era vicina e mi avrebbe consentito di gestirmi al meglio anche con i bambini. Ho fatto qualche esame poi ne ho inserito uno di Preistoria e dal primo libro che ho letto me ne sono innamorata e ho deciso di spostarmi a Verona nella facoltà di Beni Culturali. Gli esami sono sempre andati molto bene, a febbraio del 2023 li ho finiti e alla prima sessione disponibile, a luglio, mi sono laureata con 110 e lode”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 5 GENNAIO

pubblicità