SOLTO COLLINA – “Tre nuove assunzioni in Comune. Ho sentito don Lorenzo, la sua partenza ha lasciato un vuoto”

226

Arriva di corsa in Municipio il vice sindaco Tino Consoli, due chiacchiere con i dipendenti comunali per definire il lavoro della giornata e poi si siede al grande tavolo attorno a cui si svolgono le riunioni con la giunta.

Siamo soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto fin qui, certo, l’unico problema quando si amministra è la burocrazia, ne sappiamo qualcosa e siamo delusi del fatto che parecchi progetti siano rimasti a lungo sul tavolo anche se già coperti da risorse finanziarie”, commenta il sindaco Maurizio Esti.

Dal punto di vista delle opere – aggiunge Consoli guardando tra i suoi appunti scritti rigorosamente a mano – abbiamo approvato nei giorni scorsi in giunta il progetto di Campo Broletti, uno di quegli interventi che ha dovuto aspettare davvero troppo tempo a causa della burocrazia. Ma ora ci siamo e siamo convinti che quest’opera riuscirà a valorizzare un luogo in centro al paese con un campetto in erba sintetica e una palestra all’aperto. Andremo ad aggiungere anche una casetta in legno come punto d’appoggio per chi vorrà fermarsi a bere qualcosa o a riposarsi un po’. Un altro progetto approvato da poco è quello relativo alla pista ciclopedonale in zona Esmate, un progetto finanziato al 50% con fondi propri e al 50% da Regione Lombardia. In consiglio comunale è stato inoltre approvato il progetto di via San Rocco, che deve essere asfaltata e avrà una nuova illuminazione, ma se ne parlerà in primavera quando le temperature consentiranno i lavori. Infine non vediamo l’ora di veder partire i lavori per la ciclabile che collega i due laghi, un intervento da oltre due milioni di euro coperto al 90% da Regione Lombardia”. 

La vendita del terreno di via Clisoli è la chiave d’accesso ad altre opere: “Se andrà come ci auguriamo, riusciremo a mettere a terra degli interventi importanti come il piano asfalti, la segnaletica orizzontale e verticale, che consentirà anche al vigile che assumeremo in convenzione con Riva di Solto e Fonteno di svolgere al meglio il suo lavoro. L’intento è inoltre quello di regolamentare la piazzola dell’elicottero che adesso è attiva soltanto di giorno”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 15 DICEMBRE

pubblicità