SOLTO COLLINA – La… cultura al centro del ciclone. Minelli: “Intitoliamo la biblioteca a Chiara Frugoni”. Cassarino: “Impossibile dialogare con chi non usa buonsenso in nulla”. Romeli: “Dibattito nato in modo fazioso”

81

Minelli che dai banchi della minoranza propone di intitolare la biblioteca a Chiara Frugoni, il sindaco Esti che non approva e Cassarino che chiude ogni dialogo con quest’ultimo. Insomma, anche nell’ultimo consiglio comunale andato in scena a Solto Collina non sono mancati i fuochi d’artificio. Stavolta al centro del ciclone ci finisce pure la… cultura. Partiamo dall’inizio. Fabrizio Minelli, consigliere di minoranza, chiede attraverso una mozione “l’intitolazione della biblioteca comunale alla professoressa Chiara Frugoni”, scomparsa ad aprile del 2022. Nel testo della mozione si legge: “Ritenuto doveroso e opportuno celebrare e ricordare in modo significativo la figura della professoressa Chiara Frugoni, studiosa medievalista di fama internazionale, autrice di libri e pubblicazioni fondamentali sulla storia e sul costume della società medievale, sulla storia dell’arte e l’iconografia e sulla storia delle Regioni. Anche oltre l’ambito accademico, Chiara Frugoni è stata molto apprezzata come divulgatrice per la sua capacità di comunicare anche a un pubblico più ampio ed eterogeneo e per l’interdisciplinarità delle sue ricerche, tra storia, arte e iconologia, in particolare facendo conoscere con i suoi libri il nostro comune in Italia e nel mondo; si ritiene che le motivazioni addotte portino alla più che giustificata, quanto doverosa richiesta al sindaco e alla giunta di intitolare alla professoressa Chiara Frugoni la biblioteca comunale”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 23 GIUGNO

pubblicità