ROVETTA – Marinoni e l’avanzo vincolato: “Non è stato un fine mandato allegro”. Festa per i 25 anni di sacerdozio di don Augusto

105

Non è di certo un fine mandato allegro quello che stiamo vivendo. Siamo completamente bloccati perché lo Stato non ci rimborsa i soldi che aveva promesso e siamo in applicazione di avanzo in cassa vincolata”, spiega con amarezza il sindaco Mauro Marinoni.

Questo significa che siamo sospesi sulla sostituzione dei serramenti della palestra, sulla sistemazione di via Fantoni, sui contributi che abbiamo promesso alle associazioni per il cambio dei pulmini per citare alcuni esempi. È assurdo avere i soldi ma non poterli utilizzare e questo ci sta rendendo la vita difficile perché non riusciamo a fare niente e non di certo perché non abbiamo idee o risorse. E la colpa è dello Stato che non ci dà i soldi che ci ha promesso ed è indietro ancora di 800mila euro”.

I cantieri però non mancano: “Siamo partiti con la mensa e visto che i lavori proseguono daremo alla ditta quello che le spetta, sperando che lo Stato ce li restituisca. Non so come si faccia a fare gli amministratori in questo modo. Nel frattempo abbiamo appaltato i lavori di realizzazione del nuovo parco a San Lorenzo con una pista per i bambini e abbiamo già acquisito i bonari accordi per il nuovo centro di raccolta rifiuti e fatto gli incontri con il geologo”.

ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 7 GIUGNO

pubblicità