ROGNO Moschea: si comincia Accordo tra Comune e musulmani. Ci saranno parcheggi e piani di sicurezza, sarà l’unica Moschea della zona. E arrivano richieste per macellerie…musulmane

112

Moschea. Ci siamo. Messo tutto nero su bianco. Ora manca solo la formalità, la firma sulla convenzione e poi Rogno, o meglio l’Alto Sebino e la Valcamonica e tutta la zona avranno la prima Moschea. E visto la recente legge regionale che ne ha bloccato la realizzazione, rimarrà probabilmente la prima e ultima. Quindi confluiranno tutti qui, a Rogno, perché la sentenza del tar che sancisce il si alla Moschea è retroattiva alla legge regionale e quindi si fa e si fa subito. L’incontro tra amministrazione e associazione culturale An-nur (i musulmani che andranno a realizzare e gestire la Moschea) c’è stato in questi giorni, un incontro atteso da tempo e che ha appianato ogni piccola divergenza, accordo su tutto: “Abbiamo individuato gli elementi clou della convezione – spiega il sindaco Dario Colossielementi che soddisfano tutti, nel senso che noi come Comune abbiamo avanzato richieste ben precise per poter dare a quel luogo i requisiti minimi per un luogo aperto al pubblico quindi è stato individuato un piano antincendio e tutte le relative misure di sicurezza, anche relative all’afflusso di persone e ai parcheggi che devono essere in numero sufficiente. Prima dell’approvazione della legge regionale non c’era nulla in merito, ma la sentenza del tar è antecedente alla legge e quindi non vi fa riferimento”.

La convenzione avrà durata di dieci anni e poi ci si risiederà a ridiscuterne. La struttura esiste già, si tratta solo di metterla a norma, quante persone potrà accogliere? “In quell’ambiente potranno esserci contemporaneamente 95 persone”. Non essendoci altre Moschee in zona, lì potrebbero arrivare musulmani da tutta la regione…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 AGOSTO

pubblicità