REGIONE: MARONI RESISTE. SCANDELLA: HA EREDITATO IL MARCIO MA NON L’HA HA RIMOSSO

34

 

Non sono contento dell’arresto del vicepresidente della Regione”. L’inizio è a sorpresa, Jacopo Scandella è un consigliere regionale bergamasco, ma è all’opposizione di Roberto Maroni.

La bufera che sta attraversando la Regione Lombardia con l’arresto del vice di Maroni, Mario Mantovani ha scatenato ad es. i 5 Stelle. Perché voi del Pd non siete, se non contenti, almeno politicamente sodddisfatti di vedere che la maggioranza è in un brutto pasticcio al punto che si è discussa una mozione di sfiducia nei riguardi di Maroni? “Mi spiego, non sono contento che un politico venga arrestato per corruzione, questo fa male a tutti. Fatto salvo il principio dell’innocenza fino a processo e sentenza (cosa che non avviene spesso, l’arresto è stato fatto in pompa magna), la categoria gode già di poco credito tra molti cittadini che fanno presto a fare di tutta l’erba un fascio, questo fatto getta discredito anche su chi lavora in maniera onesta”. Ma come, si presenta l’occasione per ribaltare la maggioranza che regge la Regione e voi non affondate il coltello…? “La sfiducia l’abbiamo votata perché Maroni aveva promesso discontinuità e questa non si è vista. Ma penso che il centrosinistra non debba pensare di vincere le elezioni nel 2018 (o anche prima) puntando sulle disgrazie giudiziarie del centrodestra. Vincere la prossima volta dipende solo da noi, dobbiamo candidare figure forti…”. (…)

 

  • *  *

Si passa all’esame della riforma sanitaria, dei Pgt bloccati per 30 mesi (1) senza espansione edilizia (poi si vedrà), alla mancanza di sostegno al settore edilizio nelle ristrutturazioni, alle province che devono essere eliminate ma la Regione Lombardia, contrariamente alle altre regioni, le carica ancora di deleghe senza soldi, alla politica assente totalmente sui migranti (anche qui le altre regioni coordinano con i Prefetti l’arrivo e la distribuzione sul territorio ecc.

SU ARABERARA IN EDICOLA PAGG. 8-9

pubblicità