Ragazza dispersa nel Lago d’Iseo: ipotesi di una manovra azzardata

547

Sono ancora in corso le ricerche della 20enne tedesca dispersa da ieri sera nelle acque del Lago d’Iseo. Secondo una prima ricostruzione la ragazza, che era in vacanza al Camping Eden di Pisogne, si sarebbe tuffata alle 20:30 tra Castro e Lovere, nei pressi della Lucchini, senza più riemergere.

La ricostruzione dell’accaduto invece ora si concentra sull’ipotesi di un incidente. Una delle altre ragazze che erano sull’imbarcazione avrebbe infatti preso i comandi accelerando all’improvviso e causando la caduta della 20enne in acqua.

Come riporta Ansa, i carabinieri hanno denunciato la giovane – 23 anni, anche lei tedesca – che ha effettuato la manovra. Il pm di turno Giovanni Tedeschi sta valutando le ipotesi di reato.

La ragazza era con alcuni coetanei tedeschi sulla barca e tutti, secondo quanto è stato riferito, avevano bevuto, tranne il figlio del proprietario a cui era stata affidata l’imbarcazione. La ventenne pare si sia posizionata a prua, dove c’è pochissimo spazio per sostare e, secondo la ricostruzione dei carabinieri, l’amica di 23 anni si è messa all’improvviso ai comandi accelerando e causandone la caduta in acqua. La giovane non è più riemersa e gli amici hanno lanciato l’allarme. L’episodio è avvenuto nelle acque all’altezza di Pisogne.

pubblicità