PONTE SELVA – Il negozio di alimentari chiude dopo quasi 30 anni e la gente espone striscioni. Lacrime e gratitudine per Franca e Adriano

358

Franca e Adriano sono ancora presenti per qualche giorno nel loro negozio, ma non indaffarati dietro il bancone a servire i clienti come hanno fatto da 28 anni a questa parte, bensì per imballare e portare via le ultime cose, dopo aver chiuso definitivamente il 6 novembre, il loro ultimo giorno di lavoro. “Vedere tutti questi scaffali vuoti mette un po’ di tristezza, inutile nasconderlo – ammette Franca Giudici, 67 anni, che insieme al marito Adriano Baretti, 77anni, entrambi clusonesi, ha gestito la bottega di alimentari all’incrocio di Ponte Selva rilevato quasi tre decenni fa dal proprietario precedente, Giacomo Palamini. . L’idea di andare in pensione è senz’altro giusta, il peso dell’età cominciava a farsi sentire, e poi in tutti questi anni ii sacrifici sono stati tanti e l’impegno quotidiano è stato totalizzante, però al momento di lasciare un po’ di dispiacere è inevitabile…”. Franca si sforza di sorridere ma trattiene a stento le lacrime: “Sa, ormai i Ponteselvesi erano diventati un po’ come la nostra famiglia, in tanti anni avevamo imparato a conoscerci, le persone venivano in negozio non solo per fare acquisti ma anche per fare due chiacchiere, per raccontare i loro problemi, le loro gioie e i loro dispiaceri, per scambiare pareri e opinioni, per commentare i fatti della comunità, insomma c’era quel clima di confidenza e di benevolenza reciproca che fa sentire a casa”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 18 NOVEMBRE

pubblicità