PARRE – Nuova vita per la baita alta sul monte Vaccaro. Diventerà la sede di iniziative culturali innovative

103

Si prospetta una nuova vita per la baita più alta di Vaccaro, quella posta a 1600 metri di quota, che costituiva la ‘terza tappa’ per gli alpeggiatori e le loro mandrie, dismessa ormai da decenni ed oggetto di un recente intervento di rifacimento del tetto grazie ad un contributo del Parco delle Orobie: il progetto cui sta lavorando prevede infatti la sua trasformazione in ‘bibliobaita’, cioè sede di una serie di iniziative culturali dedicate soprattutto all’ambiente ed alla montagna: “E’ un progetto che vede coinvolti anche il Parco, il sistema bibliotecario della Valseriana, il GEP (Gruppo Escursionistico Parrese) e la Pro Loco di Parre, con un investimento di 300.000 euro di cui 220.000 dalla Fondazione Cariplo – spiega il vice-sindaco e assessore alla Cultura Omar Rodigari -.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 1° MARZO

 

pubblicità