Orio, arrestati due ragazzi con 86 dosi di cocaina

101
orio cocaina

Orio: fermati in possesso di cocaina

A Orio sono stati fermati due ragazzi che in auto avevano 86 dosi di cocaina già pronte alla vendita. E’ accaduto il 12 gennaio, i Carabinieri della Sezione Operativa, con l’ausilio del Nucleo Cinofili di Orio al Serio, hanno arrestato un 35enne pregiudicato e un 33enne incensurato, entrambi di nazionalità marocchina, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.

I fatti: cocaina in 86 dosi

I Carabinieri della Sezione Operativa il 12 gennaio, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, notavano due persone in atteggiamenti sospetti nei pressi di un’auto che avevano lasciato nei parcheggi del Centro commerciale “Orio Center”. I militari hanno fermato i ragazzi, visibilmente agitati, per un controllo.. Uno dei due è stato trovato con 1.035 euro in contanti, l’altro di 475 euro, sempre in contanti. Questo ha ulteriormente insospettito i Carabinieri.

L’apprensione dei due soggetti cresceva ulteriormente nel momento in cui i Carabinieri facevano comprendere agli stessi di essere a conoscenza dell’auto usata per raggiungere i parcheggi del centro commerciale e dalla quale erano stati visti scendere. Il motivo di tanta agitazione veniva presto scoperto. La perquisizione dell’auto, eseguita con l’ausilio dei cani antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio, permetteva di rinvenire circa 90 grammi di cocaina suddivisa in 86 dosi già pronte per lo smercio. La perquisizione veniva estesa al domicilio dei due soggetti e, sebbene non venisse trovata ulteriore sostanza stupefacente, venivano sequestrati ulteriori 770 euro in contanti e diversi appunti sui quali erano annotati i proventi dell’attività  di spaccio con cifre da capogiro.

L’arresto

I due uomini di origine marocchina sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Bergamo. In sede di interrogatorio di convalida il G.I.P. ha disposto per il 35enne l’obbligo di dimora nel comune di Albino e per il 33enne il divieto di dimora nello stesso comune.

pubblicità