NEMBRO – IL PERSONAGGIO DELL’ANNO – Lino Rota, classe 1929, e il Museo della Miniera e dell’Emigrazione

391

A Nembro esiste da molti anni il Museo della Miniera e dell’Emigrazione, creato da Lino Rota, ex minatore, che lo gestisce personalmente insieme alla moglie Mariuccia Abondio.

Lino Rota, oggi ultranovantenne, si trovava in una miniera non lontana da Marcinelle quell’8 agosto del 1956 quando un incendio nella miniera di carbone di Bois du Cazier provocò uno dei più gravi disastri della storia mineraria, che costò la vita a 262 persone, fra cui 136 italiani.

Quella mattina di 67 anni fa, Lino Rota, uno dei tanti emigranti italiani in terra belga, fu uno dei primi soccorritori a recarsi sul luogo del disastro e, da allora, ha desiderato essere un prezioso testimone della dura vita dei minatori.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 5 GENNAIO

pubblicità