LOVERE Quella casa nel bosco dove non ci sono strade: “Paghiamo le tasse ma siamo abbandonati, le periferie per questa amministrazione non esistono”

171

Chiara e suo padre mi aspettano al parcheggio della piazzetta di Qualino (frazione di Costa Volpino). Ma la casa dove devo andare è a Lovere. Arrivo. Parcheggio. Un uomo di 60 anni e sua figlia di 30 mi stanno aspettando. Partiamo, a piedi, perché le auto per arrivare a casa loro non possono passare.

Non c’è spazio. Giusto una Panda può tentare di infilarsi rischiando a suo rischio e pericolo di scivolare dal muretto e finire dritta sotto in un prato. Ma la strada è comunale e la casa lì eisste da 100 anni “Era quella dei miei nonni – commenta l’uomo – e inoltre qui c’è anche l’acquedotto comunale ma noi per il Comune non esistiamo. Siamo andati a parlare diverse volte con il sindaco ma ci siamo sentiti dire che potevamo fare a meno di fare la casa qui ma noi la casa qui l’avevamo già. Abbiamo anche offerto la nostra disponibilità per contribuire a sistemare la strada, ma niente da fare. Sembra che per loro le periferie non esistono….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 25 AGOSTO

 

pubblicità