GRONE – Cava di Grone: quel credito verso la Sacci di 66.500 euro… Gianfranco Corali: “Spero che la cava venga rilevata da una multinazionale seria”

303

 

La cava di calcare di Grone è sempre stata da un lato fonte di discussioni per le problematiche ambientali e dall’altro, con i suoi proventi, una significativa fonte di introiti a favore della collettività di Grone.   Negli anni, con l’introduzione di nuove tecniche di coltivazione e con lo spostamento degli impianti e dei forni per la trasformazione del calcare in calce, l’impatto ambientale si è sensibilmente ridotto, in modo particolare per quanto attiene le polveri ed il rumore. “Per alcuni anni  – spiega il sindaco di Grone Gianfranco Coralisi era riusciti a costruire un buon rapporto tra l’attività della cava e la cittadinanza di Grone (con esclusione ovviamente della minoranza), grazie alla coltivazione effettuata con tecniche innovative ed ai significativi introiti che consentivano di realizzare importanti opere pubbliche e contestualmente di mantenere al minimo l’imposizione fiscale….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 DICEMBRE

pubblicità