Google Chromecast cambia volto: Chromecast con Google Tv

     

    Il dispositivo Chromecast di Google, lanciato ormai nel lontano 2013, dopo essere entrato in  milioni di case conquistando la maggior parte delle famiglie, è diventato un oggetto amato e indispensabile per mandare contenuti dallo smartphone al televisore.

    Ora il piccolo ma potente accessorio targato Google ha cambiato volto. La prima differenza che si può notare infatti sta proprio nell’aspetto, le forme e i colori si trasformano rispetto al modello precedente. Ora il dispositivo è disponibile in tre colorazioni differenti: bianco, rosa e azzurro cielo, mentre la forma passa da rotonda a leggermente più ovale.

    Chromecast con Google TV, questo è il suo nuovo nome, non perde le capacità già note ma diventa più potente e versatile, capace di offrire una completa interfaccia smart per le TV. Integra un telecomando e una porta di accesso alla Google tv, rappresentando così l’idea di una moderna SmartTv. L’obiettivo infatti è quello di rendere smart tutti i televisori che non lo sono già.

    Il nuovo Chromecast si connette alla TV tramite la porta HDMI e necessita di alimentazione elettrica, proprio come il modello precedente. Dopo averlo collegato al Wi-Fi sarà pronto per avviare lo streaming. La risoluzione supportata è il 4K HDR, fino a 60 fotogrammi al secondo. C’è anche il Dolby Vision e, per l’audio, il supporto a Dolby Atmos.

    Guardare i propri contenuti preferiti non è mai stato così semplice, infatti è possibile connettere il dispositivo all’assistente Google oppure grazie ai comandi vocali del telecomando, premendo l’apposito pulsante, si potrà chiedere a Google di trovare film, programmi, musica e molto altro ancora. L’aspetto cruciale però è la semplicità d’uso e Google anche questa volta ha fatto decisamente centro. Chromecast 2020 è pensato per l’intrattenimento, per cui nell’interfaccia viene posto l’accento sulle app per lo streaming di contenuti e in modo intuitivo si possono effettuare delle ricerche e salvare i nostri contenuti preferiti sia tramite smartphone che pc. Un’ulteriore funzione di personalizzazione è data dalla possibilità di ricevere suggerimenti personalizzati in base a ciò che piace all’utente o ai servizi a cui è abbonato.