FONTENO – Il ricordo di Raffaele Bertoletti

390

Io ti sbircio

Lassù e tu mi sbirci quaggiù

come se io fossi una scacchiera

di battaglia navale

non so ancora dove

qui affonderò

ma tu lassù

segnerai una fenditura

con la biro blu

degli occhi

e mi porterai in salvo

su una terra consegnata

un tema della luce

senza crepe: tu m’insegni

il filo la tela

la presa l’abbandono

tenere restare stringere

e poi rinascere.

Come fai tu

Ogni volta che ti pensiamo.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 17 MARZO

pubblicità