ENDINE – IL RICORDO DI RINALDO TRAPLETTI – “Ora, quando passo per Valmaggiore sento la tua serenità….Tu e la tua Endine, il calcio, l’assessorato, i tuoi consigli….”

442

Da qualche giorno quando passo per Valmaggiore sento addosso e dentro quella sensazione di serenità e di pace che mi davi quando ti incontravo, sempre, anche gli ultimi giorni, quando la malattia aveva preso il sopravvento ma tu dentro e nello sguardo eri lo stesso. Ci eravamo conosciuti grazie al calcio, tu dirigente accompagnatore e io segretario, e poi, in Comune, mi avevi coinvolto tu, con il tuo entusiasmo, la tua voglia di fare e di dare per Endine, per il tuo paese, per la tua gente. Mi hai insegnato a sapersi spendere per passione e per amore. Ed è stato naturale seguirti. E poi la volta dopo tu a seguire me. In un intreccio di amicizia che dura per sempre. Durerà per sempre. E io resto qui con la penna e gli occhi umidi a ripensare a quante ne abbiamo passate, vissute, create insieme. Tu, serio, professionale, riflessivo, moderato, saggio, Amico. Tu e il calcio, tu e l’assessorato, tu e le iniziative, le feste, tu e la tua famiglia.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 2 FEBBRAIO

pubblicità