Costa Volpino – elezioni Il centrodestra: la melina diventa… melassa, e dopo una raffica di no dei candidati l’unico che tiene botta è Maluta. Il sindaco: “Siamo pronti, la vera sfida è avere obiettivi nuovi”. Il rebus 5 Stelle: “Votano noi”, “No, noi”

131

 Costa Volpino si prepara. La campagna elettorale entra nel vivo e così anche le scaramucce preelettorali. Il gruppo di centrodestra fa melina, ma più che melina è una melassa ed è insomma un bel casino,

perché dopo aver fatto troppi annunci il rischio è che ci si incarti su se stessi. Maluta & c. hanno cominciato prima delle vacanze estive dello scorso anno a fare annunci e proclami di pseudo candidati poi regolarmente sempre rinviati. E cosi si è arrivati all’autunno, il candidato non c’è, si sommano i rifiuti e arriva l’autocandidatura di Maurizio Maluta, Lega, il resto della coalizione di centrodestra prende tempo e rilancia con una fantomatica figura di una ragazza che avrebbe 27 anni, neolaureata e super partes. Giuseppe Frassi, referente di Forza Italia annuncia come fatto l’accordo ma subito dopo le vacanze di Natale spiega che la donna avrebbe rifiutato per troppi impegni di lavoro (lavorerebbe nell’azienda di famiglia), e così ritorna in campo Maluta, l’unico che in realtà non si è mai nascosto, ma si fa anche l’ipotesi di un ingegnere quarantenne che il gruppo starebbe cercando di convincere….

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 15 GENNAIO

pubblicità