Costa Volpino – Federico Baiguini: “Quel grido dal balcone di un ragazzo che mi ha dato coraggio. Mauro vicesindaco e nuovi giovani assessori”

La stanchezza si fa sentire, anche se è il primo pomeriggio del giorno dopo e il giorno dopo quando si vota è quello in cui tiri le fila di tutto e l’adrenalina si fa da parte. Esce tutto il resto. Federico Baiguini è nel suo ufficio da sindaco, per la prima volta da primo cittadino, fresco di elezione: “Sono contentissimo, c’è una certa reverenza ad avvicinarmi per la prima volta a questa sedia, però dai, è proprio una bella sensazione”. Federico è alle prese con le prime incombenze burocratiche: “Il primo consiglio comunale dovrebbe essere il 19, ci servono un po’ di giorni per prendere le misure di tutto”. Te l’aspettavi? “Ogni partita va giocata fino alla fine e non si da mai niente per scontato, c’era ottimismo ma il risultato è davvero ottimo, le persone hanno capito e condiviso con noi il progetto, non era mai avvenuto nella storia di Costa Volpino che un gruppo governasse per tre mandati di fila”. Mauro Bonomelli fa il pieno, era nell’aria ma 781 preferenze sono tante, il vicesindaco tocca a lui? “Beh, non voglio anticipare niente ma sicuramente i numeri contano quindi sono molto felice di averlo vicino a me nei prossimi cinque anni”. Laura Pellegrinelli, giovane new entry ha raccolto tantissimo: “E’ alla sua prima esperienza, siamo contenti davvero per lei, sono stati elettri tre nuovi consiglieri del nostro gruppo ed è stato confermato il nucleo storico”. Per Laura e i pluriprefernziati quindi posti in giunta? “I numeri hanno la loro rilevanza”. Cosa ti hanno detto a casa? “Erano contenti, sono contenti. Il mio bimbo fa la prima elementare, la mia bimba la quinta e stamattina alle sette tutti in piedi e siamo ripartiti”. Cosa hanno detto del papà sindaco? “Felici ma intanto dovevano andare a scuola”. Passaggio di testimone tra un interista e uno juventino: “Già, però dai, non è così grave”. Avete fatto festa fino a tardi? “No, alle 22,30 siamo crollati tutti per la stanchezza, quando cala la tensione esce la stanchezza e siamo andati a casa, stanchi ma felici…

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 OTTOBRE