Costa Volpino – il candidato del centrodestra Riccardo Cecchini si racconta: “Le amministrazioni devono essere parsimoniose… come noi liguri. Bettoli? Basta col passato. Lista giovane con competenza e voglia di fare. Bonomelli si è visto solo l’ultimo ann

234

 

Riccardo Cecchini, 54 anni, sposato, una figlia, manager, originario di Genova, vicino al centro destra, nessuna tessera di partito. Il candidato sindaco di Costa Volpino per il centro destra e la Lega è lui. Lo abbiamo annunciato nel numero scorso e questa volta raccontiamo chi è Cecchini: “Ho comprato casa a Costa Volpino. Perché sono arrivato qui? per lavoro e perché il posto mi è piaciuto subito tantissimo. E’ come la Liguria senza i problemi della Liguria. Sono stato coinvolto in un percorso amministrativo, io non sono un politico, sono un manager, ho ascoltato la proposta, l’ho valutata e mi sono entusiasmato e ho deciso di mettere al servizio del paese le mie competenze”. Manager. Ma in che settore? “Mi occupo di ristrutturazioni aziendali, insomma, aziende in crisi, cerco di rimetterle in piedi. Per questo ho conosciuto la prima volta Costa Volpino, ero stato chiamato per la Ravani, che era in crisi, quando l’ho presa perdeva tre milioni e seicento mila euro, l’ho riportata in pareggio”.

E ora la decisione di candidarsi a sindaco: “Beh, le amministrazioni devono essere attente e parsimoniose, e in questo i liguri non sono secondi a nessuno…. Io comunque non sono mai stato tesserato per nessun partito, ho le mie idee e non ho mai votato né per la sinistra, né per il centro sinistra”….

Prove di affiatamento in corso. E sono prove dure. Perché se è vero che le segreterie di partito da Bergamo hanno benedetto ufficialmente il matrimonio tra Lega e Forza Italia, ci sarebbero anche le …coppie di fatto che non hanno per niente gradito. Almeno per ora. Perché le mediazioni e gli incontri sono in corso. E a non aver gradito è Luigi Bettoli, da una vita in amministrazione, anima centrista, già in amministrazione più volte e nell’ultima tornata in minoranza con Gianpietro Bonaldi (che ha già annunciato di appoggiare l’attuale sindaco Mauro Bonomelli), sembra non aver gradito. Quindi? “Quindi – spiega Maurizio Maluta, Lega – che si tranquillizzi, questa è una lista politica con delle linee guidata che sono state accettate e condivise dalle segreterie dei partiti di Bergamo. Luigi Bettoli non rappresenta nessun partito, sembra sia vicino al Nuovo Centro Destra ma se così fosse tanto peggio, noi il Nuovo Centro Destra non lo gradiamo affatto…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 12 FEBBRAIO

pubblicità