CLUSONE – L’inventore, quasi pronta la lista

“Sarà civica con candidati Lega, centrodestra e perfino centrosinistra”
Ha l’aspetto di sempre, di uno che “lavora e che produce” anche in tempi di crisi.

Luigi Savoldelli detto l’Inventore si è ritagliato il ruolo di bastian contrario della Lega. E con lui ci sono i leghisti “duri e puri”. “Non so se siamo duri, ma sicuramente siamo puri”. E la sua idiosincrasia per i compromessi ne ha fatto un’icona, insomma non è il tipo che le ha mandate a dire, scontri faccia a faccia anche con i maggiorenti della Lega provinciale quando serviva. Il terzo nella classifica degli “ultracentenari” delle preferenze (118) nelle elezioni del 2010, dietro Carlo Caffi (189), “tirato” proprio dai leghisti dopo la sua defenestrazione da candidato a sindaco, quando si è ripiegati su Olini, all’ultimo momento, per veti proveniente dall’alto e dietro Massimo Morstabilini (156) anche lui targato Lega al tempo dei tempi, perché da quel 2010 sembra passato un secolo.
Poi nacque il gruppo degli “Indignados”, proprio contro quello che chiamammo “l’assessore al tutto”, insomma Carlo Caffi che in effetti faceva il sindaco vero. E di quel gruppetto di frondisti facevano parte, oltre all’Inventore, anche Manolo Frosio (Lega), Maurizio Trusso Forgia (Lega), Massimo Morstabilini (Lega) e, un po’ più defilato, Mauro Giudici (Pdl). “Se invece di dimetterci fossimo restati, Olini non sarebbe più sindaco da un bel pezzo”. In effetti, si fossero messi tutti e cinque all’opposizione, Olini sarebbe caduto.
Con l’uscita dalla Lega di Luigi, Manolo, Massimo e Maurizio, la Lega, che dopo le elezioni in maggioranza contava 6 elementi su 13 (sindaco compreso), si è ridotta a contare, dopo le surroghe, 3 consiglieri (sindaco compreso). E allora eccolo qui l’Inventore, disposto a dire “quello che posso dire”. (…) CHE POI, IN UN ARTICOLETTO A PARTE PARLIAMO DEL CANDIDATO A SINDACO DELLA LISTA
In un altro articolo il futuro di Carlo Caffi… al Sant’Andrea.
SU ARABERARA IN EDICOLA PAGG. 10-11