CLUSONE – Enrico che alleva alpaca… a suon di musica nei prati adiacenti la superstrada Fiorine – Clusone suscitando la curiosità degli automobilisti

1988

Le femmine ti si avvicinano solo dopo averti osservato a lungo con attenzione e con un certo distacco, da signore distinte e bene educate; poi però, una volta fatte le presentazioni ed acquisita un po’ di confidenza, si lasciano carezzare quel loro pelo straordinariamente morbido, ti sorridono, mostrano di gradire qualche abbraccio e persino qualche bacio in fronte. Poi tornano a pascolare tranquille nei prati adiacenti la superstrada che dalle Fiorine porta a Clusone, in località “Sö ‘n Lèi”, dove ‘abitano’ da circa tre anni, e cioè da quando Enrico Locatelli, dopo 40 anni da commerciante nel suo colorificio, ha deciso di iniziare un piccolo allevamento di alpaca:

“Avevamo sempre tenuto qualche animale in questo posto, galline, qualche pecora e qualche capra, un asino, un cavallo, ma a un certo punto mi sono appassionato a questi animali, camelidi di provenienza sudamericana che tra le alture, anche fino a 4000 metri sul livello del mare, trovano il loro habitat naturale. Da lì si sono diffusi ormai in tutto il mondo, grazie anche alla loro capacità di adattamento ed alla loro docilità, ma soprattutto per la loro lana caldissima e preziosa, anche se il mio allevamento non ha scopi commerciali perché la lana che ne ricaviamo viene lavorata solo da mia moglie Anna che ne fa maglioni, scialli e sciarpe per la famiglia e per gli amici”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 3 MAGGIO

pubblicità